Wednesday, 29 May 2024

"Al Timone del Cambiamento: Le Donne del Sud Europa Che Guidano la Destra"

Roberto Masiero By Roberto Masiero | April 08, 2024 | United States

di Roberto Masiero e Tim Phillips

La destra è pronta per risultati storici nelle imminenti elezioni al Parlamento Europeo dell'inizio di giugno. Elezioni recenti e tendenze nei sondaggi costantemente indicano che gli elettori europei sono stanchi di un'economia lenta con alta inflazione e una classe governativa incline alla sinistra di cui non si fidano più o con cui non si identificano in alcun modo significativo.

Mentre i media americani si concentrano principalmente sul leader ungherese Viktor Orban, i veri leader all'interno della destra europea sono due donne del Sud Europa. La prima è il Primo Ministro italiano Giorgia Meloni con il suo partito Fratelli d'Italia. La seconda è Isabel Diaz Ayuso del Partito Popolare, che è la leader eletta nella regione di Madrid in Spagna. Entrambe le donne affrontano grandi sfide nei prossimi mesi, ma entrambe sono pronte a guidare i relativi Paesi a lungo termine.

Meloni sta facendo l'arduo lavoro di portare stabilità politica in Italia, che ha avuto 16 governi in poco più di 21 anni. Le sue politiche hanno aiutato a rendere l'economia italiana una delle migliori in Europa. Il suo stile di leadership - energico ma equilibrato e orientato al risultato - ha ampliato la sua popolarità in un momento in cui la maggior parte dei leader politici europei sono impopolari. Ora, è la leader del G7 per il 2024 e migliorerà ulteriormente la sua influenza e immagine ospitando la conferenza in Italia questa estate.

Ha indirizzato la destra italiana lontano dalla sua lunga alleanza con la Russia e ha sostenuto la NATO, il che è cruciale. Riguardo alla Cina, Meloni si è avvicinata agli Stati Uniti intensificando allo stesso tempo lo scrutinio e l'opposizione alle politiche economiche predatorie del gigante asiatico. Il suo cauto cambio di direzione è stato facilitato dalla Cina che per mesi ha ostacolato le informazioni sul virus COVID mentre un massiccio numero di lavoratori e turisti cinesi continuava ad affluire nel Nord Italia alla fine del 2019 e all'inizio del 2020, contribuendo a rendere la regione uno dei focolai più colpiti all'inizio della pandemia.

Meloni è stata paziente nella sua ascesa al potere, l'unica che ha rifiutato di unirsi ai governi di centro-sinistra come partner junior e quindi evitando i loro fallimenti e la perdita della sua credibilità di leader politico. Ha superato e sopravvissuto ai leader dei suoi due partiti conservatori rivali in Italia per fare del suo partito Fratelli d'Italia la forza dominante nella politica lungamente frammentata dell'Italia. Uno di questi partiti rivali di destra, che ora è un partner junior nel governo di Meloni, era guidato dal defunto Silvio Berlusconi, che per decenni è stata la figura dominante della destra in Italia.

Le sfide di Meloni? Primo, continuare a fornire le politiche regolatorie, fiscali, di spesa e di immigrazione che permetteranno all'economia italiana di fiorire nei prossimi due o tre anni mentre si avvicinano le elezioni nazionali italiane. Secondo, respingere gli attacchi dalla destra che sostiene che in qualche modo si sia "venduta" all'establishment di Bruxelles. Già, il suo partner di coalizione, Matteo Salvini, che guida il Partito Lega per Salvini, si è unito alla populista francese Marine Le Pen in una conferenza a Roma, per attaccare Meloni per essersi presumibilmente avvicinata alle élite dell'Unione Europea. Meloni dovrà continuare a proteggere il suo fianco destro, cosa mai facile quando si è effettivamente al potere.

Se Giorgia Meloni è l'attuale leader della destra in Europa, la leader con il potenziale ancora da realizzare è Isabel Diaz Ayuso, di 44 anni. È un'ex giornalista che è emersa sulla scena nazionale in Spagna durante la pandemia opponendosi aggressivamente a Madrid contro le draconiane politiche di lockdown del Partito Socialista in tutto il paese. Al momento dell'emergenza della pandemia, Diaz Ayuso era semplicemente un membro di un governo di coalizione di centro-destra nel distretto di Madrid. Il suo slogan caratteristico era una semplice parola: "Libertad".

Un anno dopo, nel 2021, Diaz Ayuso ha indetto elezioni anticipate sostenendo che il suo partner di coalizione (il Partito dei Cittadini) stava minando i suoi sforzi per combattere le politiche di lockdown del governo nazionale. Nelle elezioni risultanti, il Partito Popolare di Diaz Ayuso ha più che raddoppiato i suoi numeri legislativi in una vittoria schiacciante che le ha dato una piattaforma ancora più forte da cui combattere il governo socialista nazionale.

Il Partito Popolare sembrava destinato a vincere le elezioni nazionali spagnole nel 2023, con l'affidabile ma noioso Alberto Nunez Feijoo alla guida e Diaz Ayuso in un ruolo secondario. Tuttavia, in un colpo di scena lo scorso giugno, il Partito Popolare non è riuscito a vincere abbastanza voti per formare un governo, e i socialisti sono stati in grado di mantenere il potere facendo un accordo controverso con i legislatori catalani che avevano sostenuto la secessione dalla Spagna.

La sconfitta nazionale del Partito Popolare ha solo rafforzato la posizione di Diaz Ayuso, poiché la maggioranza all'interno del suo partito credeva che una vittoria decisiva sarebbe stata ottenuta se lei fosse stata la leader nazionale del partito. Oggi, Diaz Ayuso è la leader più galvanizzante del Partito Popolare, ed è un'oratrice popolare in tutta Europa e davvero nel mondo per partiti e organizzazioni orientati alla libertà.

Tuttavia, anche lei affronta delle sfide. Primo, il suo compagno è stato implicato in uno schema di frode fiscale. Gli oppositori di sinistra e i detrattori interni al partito di destra stanno andando aggressivamente contro Diaz Ayuso. Per parte sua, Diaz Ayuso afferma che le loro finanze sono separate e che non sapeva nulla dei suoi affari commerciali. La seconda sfida è mantenere un solido record di governo nella legislatura di Madrid fino alle prossime elezioni nazionali, quando ci si aspetterebbe che lei sia la candidata nazionale del partito.

La nostra analisi è che sia Giorgia Meloni che Isabel Diaz Ayuso supereranno le loro sfide e continueranno la loro ascesa alla leadership mentre i loro partiti e la destra in generale otterranno una grande vittoria nelle prossime elezioni parlamentari europee.

Roberto Masiero, il coautore, è un imprenditore e diplomatico culturale. È il Fondatore e Presidente di Renaissance Evolution e fondatore e Chairman di Bee Technology Group. Renaissance Evolution è una fondazione con base negli Stati Uniti dedicata a colmare le divisioni culturali per costruire un ponte fra mondo accademico, privato e istituzionale, promuovendo gli ideali che hanno ispirato il Rinascimento Italiano nel mondo di oggi. Masiero è Dottore in Scienze Umanistiche.

Il coautore, Tim Phillips, è uno stratega e consulente repubblicano con una lunga esperienza a livello presidenziale, senatoriale e congressuale. È apparso regolarmente su importanti pubblicazioni e su tutte le principali reti televisive. La sua attuale azienda è Hyperfocal. Dal 2006 al 2021, è stato Presidente di Americans for Prosperity. Attualmente fa parte del Board di Renaissance Evolution.

 


Related News

This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website. By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies. Read More Accept